Pubblicato in: scuola

Le pagelle!

In questi giorni, in quasi tutte le classi, c’era un po’ di tensione perchè è passata la Preside e ha consegnato le pagelle. Devo dire che è un po’ difficile fare lezione quando siete così agitati e preoccupati. E così diventa inevitabile ascoltarvi.

  • Qualcuno è preoccupato della reazione dei genitori che sicuramente perderanno “il lume della ragione”. Ma sono veramente così terribili ?
  • Qualcuno è preoccupato per le insufficienze che, viste elencate nella pagella, sembrano più numerose del previsto. Ma veramente non sapevate quante erano?  
  • Qualcuno è angosciato per i corsi di recupero che probabilmente impegneranno molti pomeriggi. Ma non è una fortuna avere qualcuno che vi darà una mano per imparare finalmente qualcosa?
  •   Qualcuno è scoraggiato e già convinto di non potercela fare 😦 !

Capisco che è un momentaccio ma siamo solo a metà del percorso. L’anno scolastico è ancora lungo e con buona volontà, serietà e impegno i giochi sono ancora aperti.

Un proverbio cinese dice: “un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo”. Adesso però è ora darsi da fare, coraggio

Pubblicato in: attualità

Non dimentichiamo

27 gennaio 1945:   le truppe sovietiche dell’Armata Rossa aprirono le porte del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia, scoprendo gli orrori del genocidio.

27 gennaio 2008: Giornata della Memoria.

Si tratta di una ricorrenza istituita per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte. Ma anche per ricordare coloro che si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Fate un giro in questo sito e troverete tantissime informazioni interessanti per non dimenticare l’orrore:

http://www.olokaustos.org/   

Ma per voi è importante non dimenticare?

Pubblicato in: news, scuola

E’ finito il I° quadrimestre …finalmente!

Ecco, siamo a metà dell’anno scolastico. Come vedete è stato un attimo… sì, insomma, più o meno, ma dovete ammettere che la scuola sembra iniziata veramente da poco,no? 🙂
Come è andata?
Per i ragazzi di prima come vi è sembrata la scuola nuova? E questa nuova materia? Quali vi sembrano le difficoltà maggiori? Vi interessano questi argomenti?
Per i ragazzi di seconda quanto vi siete impegnati? Quali difficoltà avete incontrato quest’ anno?
Avete qualche suggerimento perchè il secondo quadrimestre vada “alla grande” per tutti?

Pubblicato in: attualità

Adotta un ricordo

Come sapete il 27 gennaio è la “giornata della memoria”, giornata per ricordare gli orrori della Shoah, degli persecuzioni durante la seconda guerra mondiale. Torneremo su questo argomento che è già stato oggetto di alcune nostre lezioni.

Ma adesso volevo proporvi un lavoro che potreste fare da soli, in coppia o in gruppo e che potrebbe essere un elemento in più per dimostrare il vostro impegno.

Come abbiamo detto più volte, non sono passati poi tantissimi anni dalla guerra e dagli episodi che hanno caratterizzato il nostro paese in quegli anni. E allora perchè non ricordare? Come?

Intervistate qualcuno: una nonna, un vicino, uno zio, il parroco, chi c’era.  Fatevi raccontare un ricordo di quegli anni. Un ricordo su com’era la scuola, la famiglia, la guerra, la politica, il lavoro…qualunque ricordo potrà essere importante. 

Scrivetemi  i vostri racconti fino al 27 gennaio e vedrò di fare degli articoli con i commenti più interessanti. 

Sarà il nostro modo di partecipare alla giornata della memoria.

Per non dimenticare 😀
 

Pubblicato in: news

a.a.a giovani giornalisti cercasi

I vostri rappresentanti d’Istituto hanno avuto una bella idea: hanno chiesto  al consiglio d’istituto di poter fare il “giornalino” degli studenti dell’Oriani. 😀

L’obiettivo è quello di condividere esperienze, di aprire discussioni, di crescere insieme e perchè no, di far conoscere la nostra scuola oltre i muri dell’Oriani.     

A me è stato chiesto di coordinare i lavori e, come al solito, non ho saputo dire di no: come fare a dire di no quando finalmente degli studenti vogliono fare qualcosa di serio? Non ditemi, vi prego, che sarà l’ennesima delusione! 😦

Il giornale verrebbe pubblicato online su un portale nazionale partecipando così anche alla selezione del premio nazionale “Giornalisti per un giorno”. Che ne dite?

Spargete parola e fatevi sotto: cerchiamo “aspiranti giornalisti” disposti a dare una mano scrivendo articoli o anche solo lavorando per l’impaginazione ❗

Pubblicato in: scuola

Non sono mica fatti miei..

..se volete essere bocciati!

Sono molto arrabbiata con tutti gli studenti che ancora devono recuperare le insufficienze 😦

In verità non sono arrabbiata con tutti.

Non con quelli che sono ancora insufficienti nonostante l’impegno, le domande, gli sportelli, i tentativi. Tenete duro e vedrete che ce la farete 😉

Sono arrabbiata con quelli che non si sono mai fatti interrogare, non sono venuti allo sportello, non hanno scaricato il materiale, non fanno mai domande, non prendono gli appunti. Sono arrabbiata come quelli che non vengono al recupero perchè: “vado all’allenamento di calcio, di pallavolo, di pallacanestro…vado al corso di cinema…vado dal dentista…mi sono dimenticato…avevo mal di testa, mal di pancia, mal di denti, mal di schiena…boh”

Vi ricordo tutte le possibilità messe in atto per il vostro recupero:

  1. interrogazioni volontarie dopo ogni verifica scritta
  2. interrogazioni volontarie dopo aver studiato con un compagno tutor
  3. sportello individuale tutte le settimane
  4. slide sul blog
  5. domande aperte sul blog
  6. interrogazione volontaria dopo le vacanze di natale
  7. ore di sportello finalizzate al recupero specifico degli argomenti svolti.

Vi sembra poco? 😳

Dopo le vacanze di Natale, su oltre 200 studenti è venuta solo UNA ragazza a recuperare (brava Larissa 😀 )

Allora che sia ben chiaro: io il mio lavoro l’ho fatto. Forse sarà stato fatto male, forse potrei fare meglio, forse qualcuno avrà ancora bisogno. Ma forse ho fatto anche troppo.

“Recuperare” vuol dire che le cose le dovete SAPERE. E per sapere qualcosa bisogna STUDIARE e FATICARE.

Se non lo volete fare non sono più fatti miei…. studierete il prossimo anno 😯 !