Pubblicato in: attualità, news

Le abitudini degli adolescenti

Ultimo rapporto annuale su “abitudini e stili di vita degli adolescenti” stilato dalla società italiana di pediatria, disegna le abitudini della vostra generazione. Riassumo: 

La rete: l‘uso di computer e internet è in netta crescita. Se nel 2007 il 95% dei ragazzi intervistati dichiarava di avere in casa un computer e il 30% di andare in rete ogni giorno, nel 2008, a parità di numero di possessori di pc, l’uso quotidiano cresce di oltre il 10%, arrivando a 42,4%. Solo il 12% non si collega mai. I ragazzi continuano a guardare molto la televisione – il 60% da una a tre ore al giorno – e ne sono condizionati, imitando i comportamenti dei personaggi che ammirano (56,2%). In rete scaricano e condividono video (76,5%), chattano (69,9%), e vanno su YouTube. Usano molto la webcam (41,9%), e la maggior parte di loro ha un blog personale (47,2%) in cui racconta di sé, pubblica foto e mette a disposizione musica. 

Fumo, alcol e droga in crescita: il 30,2% degli adolescenti intervistati ammette di aver fumato sigarette (era il 23,6% nel 2007), il 6,4% di aver fumato canne (contro il 4,2% del 2007), il 40,5% beve vino (era il 39,4% nel 2007) e il 10,6% si è ubriacato (contro il 9,4% dello scorso anno). 

Genitori soft: per il 70% degli adolescenti le regole imposte in casa dai genitori sono adeguate, per l’11% addirittura troppo permissive. Gli adolescenti, quando hanno un problema da risolvere, vanno prima dagli amici (44,7%) che dalla mamma (41,9%); meno che meno poi dal padre (20%) e dagli insegnanti (3,3%). 

Bullismo: il 70%, di ragazzi che dice di aver assistito ad atti di bullismo (che si spiega con il volersi dimostrare forti, nell’83% dei casi o per farsi ammirare dal gruppo, nel 79,6% dei casi). Diminuisce però la percentuale di chi considera giusto che la vittima riferisca la cosa ad un adulto (76,8% contro il 79,2% dello scorso anno), e aumenta parallelamente chi considera questo atteggiamento da fifone o spia (22% contro il 20%). 

Abitudini alimentari : migliorano le abitudini alimentari per i fuori pasto. Tra gli snack consumati quotidianamente dai ragazzi risultano ai primi posti latte (56,1%) e frutta (52,9%). Seguono succhi di frutta e cereali e solo molto più in basso le famigerate merendine confezionate (17,2%). 

Modelli di riferimento : i modelli di riferimento che i ragazzi apprezzano di più sono poliziotti e carabinieri (di cui il 60,9% si fida), poi insegnanti, preti e medici. Molto meno giornalisti e politici, a fine classifica rispettivamente con il 9,9% e l’8,9%. 

Come vi sembra questo ritratto? Vi riconoscete? Cosa condividete di più? Cosa non vi sembra esatto?

15 pensieri riguardo “Le abitudini degli adolescenti

  1. Faccio l’intervista a me stesso 😛

    La rete:
    Vado in rete ogni giorno. A differenza delle statistiche non guardo la televisione, se non per telegiornali. Condivido e scarico video, uso raramente la webcam ma chatto assai; ho un blog personale.

    Fumo, alcol e droga in crescita:
    Mai fumato sigarette o canne nemmeno provato, e mai lo farò… Bevo vino occasionalmente, ma non mi sono mai ubriacato.

    Genitori soft:
    Penso di avere dei genitori semi perfetti 😀 Di solito chiarisco sempre tutte le questioni con loro e mi confido pure.

    Bullismo:
    Se devo dire la verità non lo so… bullismo vero e proprio non penso… magari qualche atto sporadico.

    Abitudini alimentari:
    Non mangio quasi mai snack. Frutta, thè alla pesca rigorosamente biologici 😀

    Modelli di riferimento:
    Mio babbo e mia mamma 😛 ma anche il mio gruppo metal preferito.

  2. Bella l’idea dell’intervista a te stesso, era proprio quello che speravo 😀
    Che dire, sei un po’ controcorrente… come volevasi dimostrare 😉

  3. Prof deve assolutamente postare un intervento sul nuovo “canale” del Ministro Dell’Istruzione su YouTube!!

    Ovviamente tutti i commenti, sono una valanga di insulti. xD

    Il suo primo video è stato di 0.28 secondi (record)

    Il secondo, beh, se continua così non so se ci sarà…xD

  4. Ma come, avevo letto che era moderato e che gli insulti non c’erano…
    Devo confessare che non ho molta confidenza con YouTube, ma a questa occasione non posso certo mancare! Io comunque non potrei insultare nessuno: sai bene quali sono i miei modi e quanto ci tengo alla correttezza, anche on line.
    Qualcosina però potrei dirla 😉

  5. Non mi sembra ci siano poi così tanti insulti… pensavo peggio 😛
    Comunque sia, quelli che l’hanno insultata non hanno scritto una sola motivazione giusta…

  6. Beh, su YouTube i commenti non vengono censurati, a parte quelli particolarmente “gravi” che possono essere segnalati.

    Certo non dico che bisogna insultarla, anche perchè non è un comportamento serio.

    Comunque se qualcuno vuole vedere il video messo dalla Gelmini, basta visitare questo link:
    http://it.youtube.com/watch?v=rtRa3KFkHTg&feature=dir

    Se volete scrivere un commento basta, ovviamente, registrarsi al sito (www.YouTube.it)

  7. io non mi ritrovo molto in questi dati 😉
    però è vero che la maggior parte degli studenti è così…non ci sono obiezioni…
    io direi che in generale vado in rete tutti i giorni però non passo la maggior parte della giornata davanti al computer perchè la scuola assorbe buona parte del mio tempo…
    fumo alcol e droga non se ne parla neanche, io non lo faccio per principio, la trovo una cosa stupida.
    con i miei genitori vado abbastanza d’accordo…tutto sommato li rispetto moltissimo…
    di bullismo vero e proprio neanche io ho avuto mai esperiena o ho mai visto qualcosa
    di abitudini alimentari..bhè…io di frutta ne mangio..snack neanche tanti…
    io non ho un vero modello, seguo varie cose delle persone che conosco o che ammiro, che mi piacciono…

  8. @ ratto @anco
    vedo che l’uso del computer vi affascina. Probabilmente se la Gelmini fosse stata in Tv non l’avreste guardata con lo stesso interesse. Mi raccomando però di non intervenire in modo scorretto: l’educazione e l’intelligenza devono essere sempre il vostro “lasciapassare” per ogni situazione 😉

  9. la rete: ci passo 2 o 3 ore in media.. a volte più a volte meno. Chatto, controllo la posta, e navigo in rete ma solitamente su un solo forum che mi piace molto.

    Fumo, alcol e Co.: odio il fumo, ho proprio un’avversione contro l’odore…alcool beh bevo solo a tavola io vino o birra. La droga la trovo pericolosa e seduttiva.

    Genitori soft: beh i miei hanno fatto molto per me, a a volte davvero non riesco a capire il perché di certi comportamenti contro di me..forse perchè a loro parere sono a mio ‘beneficio’…il dialogo c’è, sì.. ma se devo parlare di un problema, prima mi rivolgo a mia sorella. =)

    Bullismo: non ho mai assistito direttamente, ma ho sentito alcuni racconti e mi disgustano…e credo che sia ingiusto parlare di ‘baby-gang’..: a volte questi ragazzi non hanno proprio niente del BABY ma molto di violento e malato.

    Abitudini alimentari: beh io mangio abbastanza spesso la verdura e la frutta , e non ci sono cibi particolari di cui faccio a meno, quindi suppongo di avere abitudini alimentari abbastanza buone 🙂

    Modelli di riferimento: beh… mia sorella, poi nessun altro di particolarmente speciale.

    spero di aver risposto sufficientemente prof^^… i dati non li rinnego, sono abbastanza veri. con la differenza però che la tv non la guardo quasi mai, nn mi piace che qualcuno mi propini cose che non voglio guardare.. a volte guardo trasmissioni come Geo&Geo, Annozero o Voyager.

    e ho un’ultima cosa da dire: a mio parere giudicare da quanto tempo si passi davanti al computer non sia poi così tanto rilevante, una persona può passare il tempo a scrivere su Word, come a cercare notizie, come a chattare o a navigare ed essere una persona responsabile, matura ecc. =)

  10. Scrivo qui poichè ne parlavamo 2 risposte fa…

    Questo è il secondo video della Gelmini riguardante il maestro unico e il tempo pieno.

    La frase: “Il prezzo del dialogo non può essere lo stop alle riforme” non ha un verso…
    Se io opposizione non sono d’accordo, è ovvio che cerco di fermare la riforma tramite il dialogo -_- se no che senso ha dialogare?

    A loro va bene solo quando il dialogo è positivo… ovvero che anche l’opposizione dice: “sisi va bene”

    Mah..

    1. Beh, non è del tutto vero. Fare opposizione non significa necessariamente “fermare” le riforme. Il dialogo, in una democrazia efficiente, dovrebbe permettere di trovare punti di ascolto e di incontro reciproci, dove ognuno rinuncia a qualcosa, per trovare la soluzione migliore per il benessere dei cittadini. A volte invece, sembra che fare opposizione significhi essere sempre contro, a priori. Un atteggiamento che personalmente non condivido.

  11. Certo questo è vero, ma io ponevo la situazione in cui l’opposizione sia totalmente in disaccordo… è ovvio che voglia fermare la riforma se non trova punti d’incontro.

    Questo non toglie che una democrazia dovrebbe essere come dice lei prof.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...