Pubblicato in: attualità, news

La salute è un diritto di tutti?

E’ stato approvato al Senato il disegno di legge n. 733 che fa parte del cosiddetto ”pacchetto sicurezza” ed ora è in corso di approvazione definitiva alla Camera dei Deputati.

In questo provvedimento è prevista la possibilità, per i medici delle strutture pubbliche cui si rivolga un immigrato non in regola con il permesso di soggiorno di segnalarlo all’autorità.

Voi cosa ne pensate?

12 pensieri riguardo “La salute è un diritto di tutti?

  1. beh…credo che sia giusto segnalare alle autorità che non ha il permesso ed ecc… ma anche che sia curato nonostante questo, come tutti gli altri pazienti.
    forse non sembra molto giusto che uno vada in ospedale e i medici segnalino alle autorità..ma dopotutto medici e carabinieri lavorano entrambi per lo stato e per la popolazione, e quindi è giusto che seguano una stessa linea.
    L’importante, secondo me…è che nonostante uno non abbia la documentazione regolamentare, venga curato comunque.

  2. secondo me è giusto,perchè dal momento che qualcuno entra in Italia è giusto che venga registrato e che così possa anche usufruire dei servizi pubblici. penso infatti che un extracomunitario ha si il diritto di essere curato in quanto essere umano,ma non in quanto di cittadino italiano non registrato. e comunque è molto giusto anche curarlo perchè prima di tutto c’è il diritto alla vita, quindi penso che la salute e sia la prima cosa importante,poi in secondo luogo,ma non meno importante bisogna registrarsi.

  3. forse ha ragione lei prof..uno non va a farsi curare s sa che il medico lo denuncia alle autorità…ma si può chiedere al medico di fare finta di nulla?
    sono indecisa …boh..

  4. beh..in effetti prof ha ragione! però penso che se uno sta veramente male provi ad andare a farsi curare. però certo se deve andare in un ospedale pubblico è quasi scontato che lo “beccano”….anche io come missnaky sono un po’ confusa…mah…

  5. Ho letto che si è già registrato, nel mese di gennaio, un calo di pazienti stranieri presso gli ambulatori che supera il 50%, da quando l’informazione su questo emendamento e’ stata trattata su giornali e tv.
    E’ normale che una persona cerchi di evitare l’espulsione ad ogni costo.
    Quali le conseguenze di questo? Non rischiamo forse tutti se ci sono persone malate in giro? E a chi si rivolgeranno queste persone se non possono andare in ospedale?

  6. a chi si rivolgeranno???bella domanda, certo che però se la gente malata se ne và in giro in mezzo alla gente sana non è mica tanto bello anzi!!!!:-/
    e comunque penso che queste persone si debbano far curare e se non hanno il permesso di soggiorno se ne devono tornare al loro paese,questo no per essere razzista,anzi ho piacere che in italia ci siano varie culture,ma a tutto c’è un limite.penso inoltre che l’italia è per prima cosa un repubblica democratica dove ogni cittadino ha diritti e doveri,perciò qualsiasi persona, marocchina,cinese,gialla,rossa o di qualsiasi altra nazione quando varca le soglie dello stato italiano può far valere i proprio diritti solo se ne fa parte. qualsiasi pernsona che non è in regola non ha diritto alla sanità,secondo me, anche se forse è un po’ sbagliato perchè il diritto alla vita l’hanno tutti. mauna perona non può pretendere di venire in Italia ed essere ben accetta senza farne parte.

    1. In realtà ci sono dei diritti inviolabili che devono essere riconosciuti a tutti gli esseri umani indipendentemente da colore, religione, lingua, sesso. Le persone hanno tutte la stessa dignità perché sono esseri umani. Prova a pensare se capitasse a te, di essere all’estero e di trovarti in una situazione analoga. Lo troveresti giusto allo stesso modo?
      Comunque la soluzione non è facile. I ragionamenti giuridici ci costringono proprio a questo: a valutare posizioni diverse e a cercare insieme le soluzioni, spesso non soluzioni perfette ma le migliori possibili.

  7. beh…in effetti ha ragione!!! ritito le cose dette,perchè se fossi nei loro panni non so cosa farei…in effetti il diritto alla vita spetta a tutti come persona…quindi non so…

  8. Stessa cosa qui, non han saputo mettere leggi all’immigrazione e ora cercano di arrampicarsi sugli specchi per fare vedere alla gente che “fanno qualcosa”, ma in verità mettono in difficoltà i medici. Purtroppo i problemi vanno risolti all’inizio non quando ormai sono diventati troppo grandi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...