Pubblicato in: attualità, news

la convivenza possibile

Sapete bene ormai come la penso in materia di immigrazione. Sapete bene quanto secondo me è importante trovare modalità di consenso e di libertà che garantiscano ad ognuno di conservare la propria identità. Un’identità aperta alla comprensione delle altre culture, in un’ottica di arricchimento reciproco.

Proprio in quest’ottica è comunque importante che gli stranieri che vengono nel nostro paese accettino di rispettarne le leggi, anche se contrarie alle loro usanze. Purtroppo spesso episodi di cronaca ci ricordano che  la condizione della donna in certi paesi è ancora di assoluta sudditanza e la famiglia spesso impone loro rigide regole anche con pericolosa violenza. Lo ha ribadito anche la Corte di Cassazione in una recente sentenza: nel nostro paese l’uguaglianza tra uomini e donne e il divieto di ogni discriminazione è un principio costituzionalmente garantito a tutti e che deve essere riconosciuto a chiunque si trovi sul territorio italiano.

Queste donne vanno protette, sempre e comunque, da usanze ingiuste e lesive dei loro più elementari diritti.

3 pensieri riguardo “la convivenza possibile

  1. Si,le donne vanno protette,lo dicono tutti:la Corte di Cassazione,i ministri,gli italiani…ma io non ho ancora visto niente!Parlano bene ma razzolano male. Tutti dicono tanto eppure le donne sono ancora considerate come oggetto ovunque. Gli stupri sono ancora molti,in Iran sono state arrestate più di 500 donne e una è stata pure uccisa con volontà di ucciderla. La religione musulmana ha una repressione nei confronti delle donne, lo pensano quasi tutti. Faccio un esempio banale:nella Moschea uomini e donne sono divisi, le donne stanno più in alto rispetto agli uomini;tutti penserebbero che è un fatto di discriminazione nei confronti della donna ma non è così. Loro dicono che uomini e donne sono separati perchè nella preghiera gli uomini potrebbero essere distratti dalle donne che gli stanno vicino.
    Non sò quanto possa essere vero..però ogni religione ha le sue stranezze..

    1. Le “stranezze” religiose, come dici tu, vanno rispettate se non pregiudicano i diritti di nessuno. Diverse sono quelle usanze, a volte barbariche, che violano invece i diritti fondamentali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...