Siccome non mi credete

Siccome non mi volete credere quando vi ripeto che si deve studiare un po’ per volta e tornare sugli argomenti, evitando di studiare tutto il giorno prima, vi riporto quanto ho letto su L’Espresso, in un articolo dal titolo “Rovesciamo la scuola”.

Daniel Willigham, psicologo dell’Università della Virginia di Charlottesville… spiega a l’Espresso: “la cosa peggiore che si può fare – e che i ragazzi tendono a fare – è tralasciare i compiti fino all’ultimo e poi farli tutti insieme: questo non aiuta a memorizzare e genera frustrazione. Con l’aiuto dei genitori, i più piccoli devono svolgere un po’ di compiti ogni giorno, e i più grandi devono assumersi la responsabilità di organizzare bene il proprio tempo, trovandone sempre anche per i ripassi.”

Gli psicologi non sanno dire perchè il cervello abbia bisogno di intervalli…ma ciò che è certo è che alternando e poi riprendendo una materia dopo qualche ora o giorno si attivano rinforzi positivi e si fissano meglio i concetti.

E poi non dite che non lo sapevate!

Qui l’articolo integrale

9 Responses to Siccome non mi credete

  1. Martina2Aerica ha detto:

    Non è sempre facile, io non sono proprio capace di organizzarmi..non riesco a fare tutti i giorni tutte le materie un po come la stefania sono lenta e mi ci vorrebbe un giorno di sole 24 ore per fare i compiti e studiare.
    Dedico la prima parte del pomeriggio ai compiti scritti e se mi ci metto d’impegno di fanno le 5.. 😦

  2. filippo ha detto:

    Io non riesco ad organizzarmi bene nel pomeriggio… Il metodo di studio che uso consiste nello stare molto attento alle lezioni prendendo appunti che mi aiutano a fissare i concetti… Poi a casa faccio gli esercizi e il giorno prima della lezione successiva (anche se non c’è la verifica o l’interrogazione) leggo i miei appunti… Poi lo studio vero (quello da starci anche diverse ore) lo faccio il giorno prima della verifica… Per ora sono andato abbastanza bene, speriamo che continui ad andare così

    • carlimoretti ha detto:

      Credo che quello di “leggere” gli appunti prima della nuova lezione possa già essere un cambiamento importante: serve per riattivare quello che si è capito nel corso delle lezioni, per fare il “riassunto delle puntate precedenti” e per iniziare a fissare gli argomenti. Sembra poco, ma non lo è affatto!

  3. Martina2Aerica ha detto:

    Vorrà dire che prenderò in considerazione il tuo metodo 😉 grazie!!

  4. carlimoretti ha detto:

    Solo Martina si interroga sul suo metodo di studio? A fine quadrimestre nessun altro si mette in discussione?

  5. medri95 ha detto:

    io per diritto ho trovato un metodo infallibile per me…leggo gli appunti un pò x volta e ogni volta ripeto a voce alta il pezzetto prima e piano piano lo imparo…

    • Laura ha detto:

      Anche io, sin da quando inizia a spiegare comincio a studiare, o almeno leggere, poi ogni argomento nuovo rileggo quello prima, me lo ri-ripeto e poi vado avanti, e almeno con questo metodo vado bene per diritto! =)

  6. Giulia Ragazzini ha detto:

    Il mio metodo dell’anno scorso era semplicemente quello di leggermi due volte le cose e saperle, soltanto che in alcuni casi (o materie) me le ricordavo per una settimana, massimo due, e poi le dimenticavo. Sicuramente questo metodo mi permetteva di ottenere buoni risultati scolastici, ma non ha senso studiare in questo modo, studio per imparare, non per prendere un 8. Nel secondo quadrimestre cercherò di rimediare a questo problema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: