Pubblicato in: attualità, news, scuola

si è responsabili di un silenzio?

Situazione tipica: in una prima classe di una scuola secondaria superiore, durante una lezione volano alcuni pezzetti di pastelli a cera in direzione dell’insegnante. Alla domanda dell’insegnante: “Chi è stato?”, nessuno risponde. La classe (nel suo insieme) viene invitata a fare il nome del responsabile ma tutti tacciono. Il consiglio di classe decide di sospendere tutti gli studenti per un giorno.

Qual è l’accusa? “Mancata dissociazione del singolo studente dalla condotta, gravissima e massimamente riprovevole, posta in essere in classe nei confronti di un docente”. 

Ricordatevi quindi che spesso non vi si chiede di fare la spia, ma di assumervi le vostre responsabilità, decidendo se condividete o meno certi comportamenti. Chi tace con intenzione qualcosa che sa e che dovrebbe dire, ne è responsabile tanto quanto chi ha agito!

Che effetto vi fa questa decisione? La trovate ingiusta? Eccessiva? La condividete?

6 pensieri riguardo “si è responsabili di un silenzio?

  1. La pena è sicuramente severa, ma secondo me bisognerebbe responsabilizzare i ragazzi in questo senso, poichè capiscano dove hanno sbagliato. E non mi riferisco solo ai ragazzi del caso citato sopra, ma tutti.

  2. Secondo me è giusto che ognuno dovrebbe essere più responsabile e in questi casi dire chi è stato, ma, se devi “convivere” per 5 lunghi anni con persone a cui magari si è anche llegati, non è facile dire chi è stato per paura di metterselo contro così poi da rovinare un rapporto.

  3. Penso che Jessi abbia ragione, però convivere non significa per forza stare zitti di fronte a queste cose. Chiaro che se qualcuno dicesse che sono stata io e mi farebbe prendere la punizione mi scoccerebbe, però se poi me la prendo e gliela faccio pagare solo perchè ha fatto la cosa giusta ho dei problemi io 😀

  4. ilaria hai ragione e condivido in pieno, però se ci pensi è un pò quello che succede a noi in classe, non è proprio questo caso specifico ma, anche alcuni di noi stanno zitti per “paura” degli altri. (non è il mio caso :P)

  5. Il problema non è quello di non fare la spia indicando il responsabile. Il problema è che chi non si dissocia dagli altri ne è responsabile. E’ come se i giudici avessero detto: “Bene, non dite chi è stato? Allora vuol dire che siete d’accordo. Quindi potete essere puniti tutti allo stesso modo.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...