Pubblicato in: scuola

c’è posta

I ragazzi della 2A erica hanno consegnato a tutti i docenti una lettera veramente speciale.

Devo dire che è stata una sorpresa inaspettata ma graditissima per tutti i docenti. Perché nel nostro lavoro anche solo un grazie è già un gran regalo

😀

Salve Prof!
Contenti che siamo arrivati alla fine del biennio?
Vi abbiamo sfibrato abbastanza? Speriamo almeno di rimanervi impressi nella memoria!
Siamo giunti alla fine del Biennio e il prossimo anno non ci si rivedrà più, se non per i corridoi della scuola (a parte alcuni di voi).
Nonostante tutto, siete stati importanti per noi, ci avete dato qualcosa, quel qualcosa che ci mancava, quel qualcosa che voi avevate.
Ci avete trasmesso parte del vostro interesse per la materia che insegnate.
Magari noi non lo dimostriamo perché non siamo un gran che in nessuna materia, ma.. Nessuno è perfetto!
Lasciateci consolare da questa frase.
Siete stati veramente unici, molte materie che sembravano sconosciute e impossibili si sono rivelate anche divertenti, grazie al vostro modo di fare.
Siamo tutti stanchi, l’anno è finito e tanti saluti, però volevamo ringraziarvi per tutto quello che avete fatto.
E’ il vostro lavoro, si.
Però nessuno vi ha chiesto di farlo, vi meritate la stima di tutti noi, per il modo di insegnare e per la vostra pazienza.
L’idea del professore = alieno per noi non esiste, ci avete rivelato un aspetto diverso della vita. Ci avete spiegato che amate il vostro lavoro, e che questo vi da la forza per sopportare una mandria di studenti come noi.
Ci avete fatto capire che anche voi sbagliate, che il professore non sa tutto e non deve per forza sapere tutto. Ci avete aiutato e dato consigli utili e in fondo ci siamo divertiti anche insieme!
Bhè, ora vi lasciamo alle vostre cose.
Sperando di diventare migliori di come siamo ora.
Sperando di essere magari un po’ più saggi, proprio come voi.
Un grande abbraccio.
La 2°A erica. A.S. 2010/2011

Pubblicato in: attualità, SECONDE

classi seconde: i referendum

La classe 2A erica ha fatto dei lavori molto interessanti ma, purtroppo, non pubblicabili. Perché? Perché hanno girato dei filmati divertenti, ironici e significativi ma con le loro immagini o con interviste ad estranei, il tutto senza nessuna liberatoria firmata dai protagonisti ( o dai genitori). La privacy mi impedisce quindi di pubblicate il loro materiale ma, come loro sanno bene, l’ho apprezzato molto. Tra vari i filmati quello di Stefania, Giulia, Giorgia, Marika e Sara, affrontava il problema del referendum sul nucleare simulando “Striscia la notizia”. 😆