Pubblicato in: news, PRIME

i bambini soldato

Stefano I B igea ha affrontato l’art. 38 della Convenzione che prevede il diritto dei minori di 15 anni di non partecipare direttamente alle guerre. Nonostante questo articolo della Convenzione, il dramma dei bambini soldato coinvolge ancora mezzo milione di ragazzini in ben 85 paesi. L’idea di Stefano è stata quella di modificare una poesia di Quasimodo “Alla fronde dei salici” adattandola al tema.

I SOLDATINI

E come possono quei bambini giocare

con il fucile in mezzo alle mani

fra i rintocchi degli spari che si udono

nei villaggi, al lamento dei

loro compagni, alle urla delle madri

che vedono morire i loro figli?

Agli aiuti umanitari, tutte le

loro speranze sono appese,

oscillano lievi al triste vento.

Pubblicato in: PRIME

libertà di religione

Valentina di IB erica ha scritto una poesia sulla base dell’art 14 della Convenzione:” Gli Stati parti rispettano il diritto del fanciullo alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione.” La poesia è semplice ma dimostra apertura e sensibilità verso questo tema di grande attualità:

Nella scuola ideale

in cui vorrei studiare

Alì prega Maometto

Sarah si inchina al Buddah

e io credo in Gesù.

Qui non ci sono differenze

ognuno racconta le proprie esperienze,

è bello conoscere il Dio altrui

e non avere pregiudizi su di lui.

Loro hanno il diritto di amare il proprio Dio

e il dovere di rispettare il mio.

Al mondo non bisogna fare distinzione

e avere il diritto alla libertà di religione.