classi SECONDE: i diritti inviolabili

24 dicembre 2013

Art 2 Costituzione,  Art. 30 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Nessuno può essere privato dei diritti umani


10 dicembre: la giornata dei diritti umani

10 dicembre 2011

10 dicembre: la Dichiarazione Universale dei diritti umani, emanata nel 1948 dall’Onu, compie 63 anni. Si tratta di un documento fondamentale, perché, per la prima volta nella storia dell’umanità, si sono riconosciuti dei diritti a tutti gli uomini e le donne per il solo fatto di essere tali. Qualche passo avanti è stato fatto ma le violazioni sono ancora tantissime e molto gravi. Ma proprio perché il mondo sta cambiando il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha voluto sottolineare il ruolo chiave dei social network nella lotta per la difesa dei diritti umani. Secondo Ban Ki-moon, «sono passati i tempi nei quali i governi dispotici potevano controllare interamente il flusso di informazioni. Oggi i governi non possono soffocare il dibattito pubblico ed eventuali critiche bloccando l’accesso a internet e ai vari social media».

Le Nazioni Unite chiedono quindi a tutti noi di partecipare alla campagna per Celebrare i diritti umani  tramite Twitter, Facebook, Youtube…


10 dicembre: Dichiarazione Universale dei diritti umani

10 dicembre 2010

Oggi la Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, emanata dalle Nazioni Unite nel 1948, compie 62 anni. La strada è ancora lunga, difficile, ma non impossibile. Tutti possiamo fare qualcosa. E non è vero che non serve a niente. Proviamoci insieme.


Tutti gli esseri umani nascono uguali

10 dicembre 2008

Oggi è il 10 dicembre, una giornata importantissima per i diritti dell’uomo. Il 10 dicembre 1948 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Cosa sono i diritti umani? Sono i diritti che appartengono ad ogni essere umano in quanto tale e che sono quindi validi in qualunque luogo si viva, in qualunque epoca storica. Per una riflessione mi piace riportare questo brano di Umberto Eco:

Ogni uomo ha nozioni su cosa significhi percepire, ricordare, avvertire desiderio, paura, tristezza o sollievo, piacere o dolore, ed emettere suoni che esprimano questi sentimenti. Pertanto si hanno concezioni universali circa la costrizione: non si desidera che qualcuno ci impedisca di parlare, vedere, ascoltare, dormire, ingurgitare o espellere, andare dove vogliamo: soffriamo che qualcun ci leghi o ci costringa in segregazione, ci percuota, ferisca o uccida, ci assoggetti a torture fisiche o psichiche che diminuiscano o annullino la nostra capacità di pensare – da In che cosa crede chi non crede? U. Eco 

Sono passati 60 anni e di strada da fare, purtroppo, ce n’è ancora tanta 😦


Un bellissimo filmato

19 ottobre 2008

Dopo molti episodi sgradevoli, molti vedono YuoTube come un luogo pericoloso, dove si diffondono filmati diseducativi e pericolosi. In realtà ci sono anche filmati bellissimi, da non perdere. Come questo sulla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo segnalato su un interessante blog.