Ricordare è un dovere

27 gennaio 2011

“…Meditate che questo è stato… (Primo Levi)”




classi seconde: leggi razziali

29 ottobre 2010

1938 Mussolini emana nel nostro paese le lezzi razziali che discriminarono i cittadini italiani di religione ebraica.

L’orrore di queste leggi si basa sempre sulla stessa considerazione che caratterizza gli atti di razzismo: una comunità è considerata inferiore ad un’altra, senza ragioni, sostenendo stupidi stereotipi e pregiudizi. Non dimentichiamolo.


La giornata della memoria

27 gennaio 2010

Oggi, 27 gennaio, è la giornata della memoria, la giornata in cui, in tutto il mondo, si ricorda la tragedia dello sterminio degli ebrei. La giornata in cui, 65 anni fa, le truppe sovietiche entrarono nel più grande campo di sterminio di Auschwitz.
Anche l’Italia fu coresponsabile di questa tragedia. Nel corso del 1938 venne effettuato prima un censimento con cui gli ebrei,italiani e stranieri furono schedati e poi furono emanate delle leggi razziali. Vennero allontanati studenti e insegnanti dalle scuole e dalle università, fu vietato agli ebrei di contrarre matrimoni misti, di possedere aziende, di avere terreni o fabbricati, di avere al proprio servizio domestici non ebrei, di prestare servizio alla dipendenza di amministrazioni pubbliche civili e militari, vennero cancellati dall’albo per poter svolgere la maggior parte delle professioni. E questo fu solo l’inizio, fino a che, al momento dell’occupazione nazista nel 1943, iniziò l’avvio ai campi di sterminio.

Ma siamo sicuri che tutto questo faccia parte solo del passato?