Elezioni del Presidente del Senato

24 marzo 2018

Il primo compito dei nuovi parlamentari eletti è l’elezione dei Presidenti di Camera e Senato. Ieri i lavori sono iniziati.

Ripassiamo le modalità per eleggere il Presidente del Senato.

A Palazzo Madama la votazione avviene a scrutinio segreto e lo spoglio è pubblico.

Per essere eletto al primo scrutinio e al secondo scrutinio, il candidato deve raggiungere la maggioranza assoluta dei componenti del Senato (161 voti).

Al terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta dei presenti.

Qualora nessun candidato dovesse ottenere un numero sufficiente di voti, nello stesso giorno si procede al ballottaggio tra i due che hanno conseguito il maggior numero di preferenze.

Se i due candidati dovessero ottenere un numero uguale di voti, sarà eletto il più anziano dei due.


Pietro Grasso presidente del Senato

16 marzo 2013

Il regolamento del Senato prevede che, se dopo tre votazioni nessuno raggiunge la maggioranza necessaria, si deve procedere alla quarta votazione con il ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Risulta eletto Presidente del Senato, con 137 voti, Pietro Grasso (PD), dopo un serrato ballottaggio con Renato Schifani (PDL) che ha ottenuto 117 voti. Ecco chi è.

piero-grasso